sabato 14 febbraio 2009

Il mio nuovo TRESPOLO LUMINOSO

Il mio lavoro consiste nel lavorare prevalemente al Mac.
Occupandomi spesso di colorazione, infatti, i miei occhi sono bombardati da radiazioni, ma il mio collo assume una posizione piuttosto naturale. Giusto a volte un po' di spalle indolenzite, ma nulla di serio...

Il problema capita, come recentemente è successo, quando devo disegnare a mano. La mia scrivania è dotata di un piano luminoso, ma questo piano (che sorregge il mio amato Imac) è angolato a ZERO GRADI. Mi costringe quindi a torcere la testa sul disegno che sto facendo (pessima abitudine, lo so) provocandomi dolori alla cervicale.

Che fare dunque? Da qui l'idea (poco innovativa a dire la verità) di crearmi una sorta di "leggio" in legno, appoggiando un piano di plexiglass trasparente bloccato da semplici perni in plastica. Una volta poggiato sulla mia scrivania, sfrutta la stessa luce del piano sottostante.

L'angolazione della struttura è poco meno di 30 gradi, sufficiente per non caricare troppo il mio collo.



Unica pecca, le dimensioni: questo supporto consente di lavorare su superfici non di tanto superiori all'A4. Per questo la lastra di plexiglass non è fissata, ma è rimovibile. Questo per consentirmi di sostituirlo in caso di rottura e per modificare le dimensioni dell'area.

Uno Strumento utile, fatto in una mattinata in cantina.

1 commento:

Marta Irena ha detto...

altro che, sei un tipo tuttofare!